SANTIL: Vita e Musica di Santil, Figlio di Ragusa - ARTISTI EMERGENTI

FORUM: cerco feat

Album Blog Interviste Musica redazione

SANTIL: Vita e Musica di Santil, Figlio di Ragusa

“SOGNO MIO PADRE COL FERRO IN MANO NON SO CHE FARE”

Santil è un’anima nata sotto il sole caldo e i colori vivaci della città di Ragusa, culla di arte e tradizione nell’incantevole cornice della Sicilia. Da giovane, ha respirato i suoni e i ritmi della sua terra, creando un legame indissolubile con la musica sin dai primi battiti del suo cuore. Crescendo in un contesto dove la vita è un continuo gioco di luci e ombre, Santil ha imparato a danzare tra le sfide e le critiche di una comunità che riflette la sua intensità nel modo di giudicare.

Il suo amore per la musica è stato come un faro nella notte, guidandolo attraverso gli intricati labirinti della vita. Sin da quando è stato separato dalla sua mamma, ha trovato rifugio nelle melodie che narravano storie di speranza e resilienza. Nella città che ha visto fiorire artisti e poeti, Santil ha trovato la sua voce, unendo il suo destino a quello delle note che danzano tra le strade antiche e i vicoli stretti.

PROFILO SPOTIFY

Con una popolazione di circa 70.000 anime che condividono la stessa terra e il medesimo cielo, Santil ha imparato l’arte della condivisione e della compassione. Nell’abbraccio delle mura secolari e dei volti familiari, ha trovato conforto e ispirazione per trasformare il dolore in poesia e le lacrime in melodia.

BRANI SU SPOTIFY

VIDEO SU YOUTUBE

Ogni nota che emana dalla sua voce porta con sé un frammento della sua storia, un viaggio intessuto di passioni e sogni che si intrecciano con il tessuto della città. Con il suo cuore aperto e la sua anima vibrante, Santil continua a portare avanti il suo viaggio musicale, lasciando un’impronta indelebile nel panorama sonoro di Ragusa e oltre.

✍️ INTERVISTA

Cosa ti ha spinto a fare la cantante?

A fare il cantante mi ha spinto tutta la sofferenza che mi porto dentro già da bambino, da quando sono nato la mia vita è già stata complicata, e già dai primi anni di adolescenza avevo già capito che la musica era l’unica cosa che non avrei mai mollato è lei altrettanto.

Come ti concentri per scrivere un brano?

Onestamente sto quasi sempre nel mood, però per concentrarmi preferisco stare un po’ da solo e prendermi tutto il tempo che mi serve per essere al top.

Come ti concentri prima di cantare?

Cerco di essere sempre positivo, se ho l’ansia fumo una siga.

Cosa non dovrebbe mai fare un giovane Artista ?

Un giovane artista per me non deve perdere mai la visione degli obbiettivi, è ovvio se vuoi fare il cantante ci sono anche mille difficoltà, e tu devi superarle tutte.

A chi ti sei ispirato?

Quando andavo a scuola 14 anni c’erano un paio di amici a scuola che facevano musica, con loro ancora di più ho preso la strada della musica, diciamo che mi sono ispirato maggiormente alla mia vita poi anche ad alcuni amici.

Perché il pubblico dovrebbe ascoltarti ?

Il mio pubblico è libero di decidere e di ascoltare chi vuole, però al mio pubblico dico di ascoltare me perché le mie sono storie vissute sulla pelle da me, e ve ne darò conferma.

Come miglioreresti la scena Musicale ?

beh la scena la migliorerei levando un po’ di finti artisti e finte storie dal mezzo, poche parole.

I tuoi hobby/interessi al di là della musica ?

Mi piace esplorare nuovi posti, fare sempre nuove avventure.

Quali sono i lati positivi nell’essere cantante?

Da parte mia i lati positivi che fa essere un cantante sono solo che Quando incrocio gente per la strada si rivede in me e si specchia in tutto ciò che dico.

E quelli negativi?

Quelli negativi e quello che oramai sono diventati tutti dei cantanti, quindi la gente quando ascolta una cosa che probabilmente spacca ma è un ragazzo coi tatuaggi a farlo non ti cagano nemmeno più.

Parlaci del tuo ultimo progetto

ehhh, l’ultimo progetto è un pochino toccante per chi magari entra proprio nel dettaglio del brano, come dicevo la mia vita non è stata rose e fiori, e in questo progetto cerco di dirvi le cose più toccanti che hanno toccato per sempre la mia infanzia.

Ci sono tanti ragazzi e ragazze che sognano di diventare cantanti. Che consigli daresti?

A tutti quei ragazzi/e che sognano di fare i cantanti, vi posso solo dire che SE NON SIETE VOI I PRIMI A CREDERCI NESSUNO LO FARÀ, quindi resta focus sul obbiettivo è spacca tutto.

Chi ti ha supportato o ostacolato nel tuo percorso?

Allora nel mio percorso mi ha sempre supportato per prima mia madre che da sempre ci ha creduto, poi vabbè la mia zona, quei pochi amici che mi sono rimasti, invece mi hanno sempre ostacolato le situazioni di provincia quelli che ti guardano con l’occhio storto perché sei stato denunciato o perché magari hai avuto problemi in famiglia, questo è stato un ostacolo da una parte della musica, perchè se vieni visto con un occhio da subito è difficile farli cambiare visione.

Saluta i tuoi Sostenitori.

Ciao raga vi voglio bene dalla zona👋

È UFFICIALMENTE UN CREATORE DI AE

SANTIL

Ascolta anche su

💬 SANTIL MERITA SECONDO TE?

3 Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attiva le notifiche OK No grazie